Il virus Whatsapp che ha infettato migliaia di Smartphone

Virus Whatsapp

Con l’arrivo del nuovo anno, migliaia di utenti Whatsapp tra i vari messaggi di auguri hanno dato spazio a un virus senza esserne consapevoli.

Cosa comporta questo virus?

Questo virus, anche chiamato Malware è stato diffuso da dei criminali informatici nella notte di capodanno, sotto forma di messaggio Whatsapp contenente un link con il virus all’interno.

Il messaggio era strutturato così:

Virus Whatsapp1

 



 

Questo Malware, non fa altro che entrare nello smartphone e: Rubare dati personali, Password, Ottenere l’accesso sui Social, Rubrica e Messaggi. Tutto ciò è in possesso da parte di questi criminali informatici.

Non è però detto che i vostri dati vengano utilizzati, ma, sicuramente, è un problema sapere di avere lo smartphone “sotto controllo”.

Un’altra cosa che vi potrebbe accadere è che durante l’utilizzo del vostro smartphone vi vengano mostrate pubblicità indesiderate, o che vi si attivino delle offerte a pagamento a vostra insaputa.

Come posso rimediare?

Per prevenire questi brutti incidenti, vi consiglio di non cliccare più su link che potete trovare su siti non affidabili, o su messaggi che vi vengono inviati che possono sembrare preimpostati o simili a questo.

Se ormai hai cliccato su questo link, l’unica cosa che resta da fare è ripristinare i dati di fabbrica dello smartphone e, ovviamente, vi consiglio di eseguire prima un Backup dei vostri dati in modo da non perderli, cambiare le password di tutti i servizi presenti sul vostro telefono che possono essere (Facebook, Instagram, Social di vario tipo, Servizi Bancari e Siti e-commerce come ad esempio Amazon).

Per chi invece non è pratico di informatica e non sa come eseguire questi passaggi può rivolgersi ad un centro assistenza.

I nostri Post inerenti alla Sicurezza Informatica:
Phishing cos'è, truffa informatica via e-mail.
Chiamate anonime, come scoprire chi è.
RFid, come schermare la carta di credito.

Spero che questo post sia stato utile ed interessante, iscriviti alla Newsletter, commenta e seguici sui social per restare aggiornato!
@CSCTechBlog su Instagram e Facebook.



Simone Andriola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.